Negli ultimi tempi ci è capitato di parlare di sicurezza negli smartphone, anche se principalmente riguardo Android. Per quanto io non sia così preoccupato dalle voci che lo definiscono un sistema poco sicuro e, anzi, creda che sia ben realizzato, oggi propongo una soluzione alle preoccupazioni dei più apprensivi. Da qualche tempo, infatti, è stato pubblicato sul Market “avast! Mobile Security”. Credo che tutti conoscano questo software: un antivirus gratuito tra i più utilizzati e apprezzati al mondo.

Nelle classifiche di “AV-Comparatives” ottiene sempre un buon posizionamento, perciò la notizia che si sia addentrato nel mondo di Android non può che far piacere. Come per la versione PC, anche la versione smartphone è gratuita e pienamente funzionante. Rispettando la tradizione per ogni buon antivirus che si rispetti, offre la scansione automatica del sistema (memoria interna + scheda SD) in caso di installazione di nuove applicazioni e anche uno scheduler per programmarne altre periodicamente, ma oltre alla vera e propria protezione dai virus, mette a disposizione una serie di strumenti (che, personalmente, ritengo molto più utili dell’antivirus) per rendere, in generale, più sicuro il telefono. Tutto è protetto da una password personale che sarete voi a scegliere.

Funzionalità di Avast

  • Consulente Privacy: elenca tutti i permessi concessi dal telefono, il numero delle applicazioni che ne fanno uso e, ovviamente, il titolo di ognuna. E’ una opzione molto comoda per capire cosa sta chiedendo troppo per i propri bisogni.
  • Gestione Applicazioni: simile a quello nativo di Android, permette di visualizzare alcuni dettagli delle applicazioni e ne consente la disinstallazione.
  • Protezione Web: una scansione costante delle pagine web visitate, nonchè dei file scaricati. Utile soprattutto per chi scarica applicazioni al di fuori del market.
  • Filtro SMS e chiamate: tramite la creazione di gruppi si possono bloccare le comunicazioni provenienti da contatti indesiderati o semplicemente sconosciuti.
  • Firewall: secondo me la funzione più interessante di questa suite. Consente di bloccare, o limitare, la connessione a tutte le applicazioni presenti sullo smartphone. Tramite l’interfaccia gradevole e intuitiva si può far in modo che le app si connettano solo in WiFi, o 3G, a nostro piacimento. Fondamentale per chi ha dei dubbi riguardo la buonafede di qualche software e per le pubblicità troppo invadenti…
  • Anti-Theft: un semplice, ma efficace, antifurto. Tramite questa sub-applicazione (è un programma indipendente installato direttamente dall’antivirus) è possibile impartire dei comandi allo smartphone da remoto. Si può bloccare, resettare, far suonare l’allarme, richiedere la posizione GPS e tutto tramite semplici SMS contenti particolari codici (reperibili direttamente nell’applicazione o sul sito ufficiale). Per chi ha il root, Anti-Theft, viene installato come applicazione di sistema, perciò non viene rimosso neanche con un ripristino alle impostazioni di fabbrica o un wipe.

In generale questa suite è graficamente gradevole, leggera (impegna davvero poco la ram e il processore) e sicuramente utile. Continuo a pensare che si possa fare a meno di tali accorgimenti in fatto di sicurezza, basta un po’ di attenzione, ma per i più distratti o spericolati può far comodo un software come questo. Non siate troppo disonvolti però, un vero smanettone sa come disattivare le vostre protezioni, quindi è sempre bene avere un occhio di riguardo per il telefono!

Screenshots
Screenshots

Download: avast! Mobile Security

 

Alternative ad Avast

Ci sono anche valide alternative ad Avast sul market, ve le segnalo nel caso Avast non vi abbia convinto (o magari non vi piaccia per l’esperienza Desktop). Suggerisco Lookout, Norton e AVG. Il primo ha qualche funzione bloccata in versione gratuita, chiede un pagamento per permettere l’accesso a tutte le impostazioni. Credo che la Symantec sia uno dei nomi più conosciuti in fatto di antivirus e sicurezza, nel web c’è un sentimento di amore/odio per Norton, ma mi pare che sugli smartphone abbiano fatto proprio un bel lavoro. Con i  plugin, comunque gratuiti, si ottengono le identiche caratteristiche di Avast, pertanto mi sento di consigliarlo con uguale considerazione. AVG, invece, è solamente un antivirus.

Io ho testato alcuni di questi software per un po’ di tempo e, per mia fortuna, non sono mai incappato in qualcosa di malevolo. Quindi per quanto riguarda i giudizi di merito mi sono affidato ai commenti raccolti nella rete. Avast e Norton raccolgono un buon numero di consensi, AVG qualcuno in meno e Lookout è biasimato per la sola scelta di suddividere l’offerta in free e premium.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *