Presso lo stand Kit (Karlsruhe Institute of Technology di Hannover, in Germania)

Lo Karlsrushe Institute of Technology (KIT) ha sviluppato un software in grado di riconoscere il movimento delle labbra e tradurlo in suono nel telefono del destinatario. In questo modo sarà possibile farsi capire in posti silenziosi senza produrre suoni o comunicare informazioni riservate a persone distanti. Gli sviluppatori sostengono che il margine di errore si fermaerà al massimo su una parola ogni 100.

Lingua per la traduzione della lingua

Qui il riconoscimento automatico della lingua, la traduzione automatica e la sintesi della lingua sono combinate.Il software è utile come traduttore nei dibattiti parlamentari. Riconosce e traduce la lingua intempo reale con al massimo piccoli ritardi.Il risultato della traduzione può essere letto sotto forma di testo, ascoltato attraverso gli altoparlanti o diretto a telefoni cellulari intelligenti. L’innovativo sistema di altoparlanti ad ultrasuoni può essere indirizzato ad un selezionato numero di persone e non dal vicino. In questo modo l’interpretazione potrà essere rivolta a diverse persone in diverse lingue: Il sistema funziona su un computer portatile.

Comunicazione silenziosa
L’Istituto per la Anthropomatics inoltre ha sviluppato una tecnologia che consente alle persone di parlare senza far rumore e si può essere capiti dall’interlocutore. Questa tecnologia si basa sul principio di elettromiografia, che è l’acquisizione e la registrazione dei potenziali elettrici generati da attività muscolare. Questa attività muscolare è misurata in faccia. Un esempio è chiamata silenziosa. L’utente può parlare al telefono senza far rumore, ed è capito dall’ interlocutore all’altro capo della linea. Come risultato, è possibile comunicare in ambienti silenziosi, al cinema o teatro, senza disturbare gli altri. Un altro settore di impiego è la trasmissione di informazioni riservate. Per la trasmissione delle password e PIN, per esempio, possono cambiarle in modo riservato ed è possibile comunicare in modo sicuro

Radio Key Exchange
Usando questo metodo messo a punto dall’Istituto KIT per la crittografia e la sicurezza, gli utenti di telefonia mobile sono ingrado di generare una chiave comune utilizzata per la codifica di una conversazione. Questa nuova tecnologia fornisce una chiave congiunta per i due interlocutori da i disturbi e dalle interferenze di trasmissione del canale. I disturbi sono generati dal riflesso degli ostacoli, come edifici o veicoli. Con questo metodo è difficile per un attaccante riuscire a calcolare la chiave o riuscire a decodificare la comunicazione. Fattibile applicazioni future potrebbero essere dispositivi finali mobili, come smart phone o computer portatili

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *