Cloud è una delle parole più inflazionate del momento. Mentre tutti i più grandi nomi del mondo informatico impiegano mezzi e uomini per portare i propri servizi “on the cloud” c’è chi già da tempo (dal 2007), e con ottimi risultati, si è affermato nel settore. Parliamo di Dropbox: un software multipiattaforma che mette a disposizione degli utenti un servizio di file hosting, web sharing e sincronizzazione automatica.

Inizio a parlarvi di questo programma proprio dall’ultimo punto. Io ho diversi dispositivi, che utilizzo quotidianamente, ed è sempre stata una scocciatura dovermi ricordare di spostare file importanti o documenti dall’uno all’altro a seconda delle esigenze. Devo essere sincero e dire che Dropbox mi ha semplificato molto la vita. Adesso mi basta inserire il file da condividere nella cartella dedicata e quello andrà a posizionarsi all’interno di ogni terminale collegato al servizio. Non è una cosa da poco, soprattutto considerando periferiche come l’iPod che, avendo bluetooth bloccato, non mi permetterebbero di scambiare dati senza il cavo, e comunque solamente con personal comuputer. Per iniziare andate su “www.dropbox.com” e create un account. E’ facile, l’indirizzo email è utile per condividere materiale anche con gli amici, quindi sconsiglio di utilizzarne uno di riserva. Il servizio è molto discreto e, a parte le solite mail necessarie alla registrazione, non crea fastidi. Scaricate il software su tutti i dispositivi che intendete sincronizzare. E’ disponibile praticamente per tutti i sistemi operativi nel mercato, perciò non avrete difficoltà. Non è strettamente necessario installare l’applicazione, è possibile gestire il proprio spazio web anche dal sito, ma credo sia decisamente più scomodo, soprattutto su terminali mobili. Comunque, una volta entrati nella vostra pagina vi troverete di fronte ad una schermata piuttosto minimalista, con un file manager in bella mostra.

Interfaccia Web
Interfaccia Web

All’inizio avrete una serie di cartelle standard, ma potrete aggiungerne a volontà. Potrete anche condividerle con i vostri amici (devono essere anch’essi iscritti), di default sono private. Una cartella di fondamentale importanza è “Public”. Inserendo al suo interno dei file potrete, tramite il menù a tendina, generare link da poter utilizzare in internet (per screenshot o post sui forum) oppure da inviare a qualcuno per farne scaricare il contenuto associato (anche se non è iscritto a Dropbox). Cliccando sul collegamento partirà direttamente il download. E’ una delle funzioni più comode di tutto il servizio a mio avviso.

Come detto in precedenza il servizio base mette a disposizione 2Gb di spazio web. Per ogni amico che farete iscrivere al sito avrete 250mb in regalo. C’è la possibilità anche di comprarne altri con un abbonamento annuo. Unico neo è la mancata traduzione in italiano, ma le impostazioni sono poche e semplici, non avrete sicuramente difficoltà.

Vi lascio gli screenshots delle app per Android e iPhone.

Ecco i riferimenti al Market e all’AppStore.

App su Android & iPhone
App su Android & iPhone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *