Pensavo da tempo di fare un articolo su questa applicazione, ma non sono mai stato convinto della sua validità. L’ho riprovata a scadenze più o meno regolari nel corso dei mesi, e devo ammettere con con gli ultimi aggiornamenti, finalmente, Google è arrivata ad un buon livello di qualità.

Google Docs è un software fondamentale per chi ha la necessità di produrre, o modificare, documenti dal proprio smartphone/tablet, e non vuole spendere cifre relativamente elevate per comprare una suite di terzi. E’ completamente gratuita e permette la redazione di documenti di testo e fogli di calcolo (anche presentazioni nella versione desktop web). Offre la perfetta visualizzazione dei pdf e, da poco, si possono anche utilizzare i propri documenti nella modalità offline, a patto che si definisca per tempo questa necessità. Il servizio aggiuntivo rispetto a tutti i programmi della concorrenza è la condivisione online con i propri colaboratori o amici. Tramite questa scelta le persone invitate a visualizzare il documento potranno anche modificarlo, e vedremo le loro modifiche in tempo reale. Trovo sia una funzione davvero comoda.

Strumenti di formattazione
Strumenti di formattazione

L’interfaccia è semplice e molto intuitiva, nella homepage si trovano tutti i pulsanti che permettono l’accesso ai documenti online, differenziati per “categorie”. La realizzazione di un documento è facile, ci sono gli strumenti di formattazione base a cui siamo abituati da anni sui nostri pc, compresi gli stili dei caratteri, gli elenchi e la possibilità di inserire foto. Qualche piccola difficoltà in landscape si ha, perchè la tastiera tende a coprire il testo, sui fogli di calcolo, invece, credo ci sia ancora parecchio da lavorare. Una volta inserita una formula, per esempio, non si può più modificare. Trovo che sia un pesante limite. Tuttavia i documenti realizzati precedentemente, ed importati nel cloud, vengono visualizzati e modificati senza problemi. Nell’elenco dei file caricati poi, tramite un pratico menù, si può decidere di condividere o inviare file e, importante, renderli disponibili sul nostro dispositivo anche offline. Utile, perchè può capitare di dover lavorare, o voler “fermare” un’idea, anche in metropolitana, per esempio…

In conclusione suggerisco Google Documenti a chi vuole apportare modifiche e ha necessità di condividere lavori per lavorare in team e a chi non vuole spendere soldi per acquistare una suite “Office” di terze parti. A patto che non si abbia la necessità di realizzare fogli di calcolo da zero.

Download Google Documenti

Screenshots
Screenshots

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *