Negli ultimi 2 giorni si è tenuto il Google I/O 2011. Evento rivolto principalmente agli sviluppatori, ma che riserva sempre sorprese anche per i clienti “comuni” del colosso di Mountain View. Quest’anno è stato riservato quasi completamente ad Android e sono state annunciate delle grandi novità!

Iniziamo da Honeycomb, il sistema operativo per tablet, che arriverà alla versione 3.1. Si tratta di un aggiornamento minore, volto all’ottimizzazione del codice, all’adeguamento ai nuovi servizi e all’ampliamento delle possibilità per tablet già in commercio; tra le più interessanti funzionalità sarà l’USB Host nativo nel sistema e l’interazione con periferiche quali, mouse, tastiere e joystick. Buone notizie anche sul fronte del supporto ai terminali. Google si impegna a garantire per 18 mesi l’aggiornamento anche degli smartphone non “google experience” -che devono comunque possedere hardware adatto agli upgrade- coninvolgendo in questo intento anche molti produttori (altri si aggiungeranno in futuro): Verizon, HTC, Sprint, LG, T-Mobile, Vodafone, Motorola, AT&T, Sony Ericsson e Samsung.

Google music

Un nuovo servizio decisamente interessante è “Google Music“, per ora in fase beta, che promette di offrire accesso costante ed immediato alla propria collezione musicale “on the cloud”. In qualunque momento e luogo potremo ascoltare le nostre canzoni in streaming, oppure scaricarle in locale. Avrà la possibilità di importare le playlist da altri software e uno spazio di stockaggio di ben 20000 canzoni. Attualmente il servizio è gratuito, ma essendo ancora in fase di test non sappiamo se rimarra tale. Sarà disponibile per telefoni che montino almeno la versione Froyo (2.2) di Android.

 

Movie Rental

E’ stato presentato anche “Movie rental” che, come spiega il nome, è un servizio di noleggio film fruibile tramite smartphone, PC/Mac e, ovviamente, Google TV. Integrato nel market ufficiale offre contenuti a partire da 1,99$, ma ancora non è attivo in Italia. Parte del congresso poi è stato rivolto alla domotica. Cioè la possibiltà di interfacciare Android con dispositivi esterni che aiutino a gestire la casa, gli elettrodomestici e accessori vari. A tale scopo è stato annunciato “Android Open Accessory”, lo standard che permetterà di sviluppare prodotti compatibili con il sistema operativo (durante la conferenza è stata usata una cyclette come modello d’esempio).

Poco si sa del prossimo nascituro: Ice Cream Sandwich. Questo sarà il nome della nuova versione del sistema operativo, probabilmente in arrivo per la fine dell’anno, che cercherà di racchiudere il meglio di gingerbread ed Honeycomb e tutte le innovazioni di cui abbiamo parlato nell’articolo. Purtroppo non è stata mostrata l’interfaccia grafica. C’è molta carne al fuoco, questo 2011 promette bene per chi apprezza Android!

http://www.xmobile.org/2010/11/domotica-cellulari/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *