Da qualche tempo anche in Italia Google ha aperto i battenti ai libri, infatti il Play Store si è arricchito di una sezione dedicata alla lettura. Speriamo che sia il primo passo decisivo verso la commercializzazione anche di Film e Musica, anche se preferirei una politica più aggressiva sui prezzi.

Il catalogo è già piuttosto fornito e sono presenti molti titoli. In primo piano troviamo i best seller del momento, ma non mancano i grandi classici (spesso gratuiti). I prezzi delle ultime uscite sono alti a mio avviso, ma è una considerazione che riguarda tutti i rivenditori di libri elettronici. Si trovano comunque a meno dei corrispettivi cartacei, ma 2 o 3€ di sconto per la versione elettronica mi sembrano davvero pochi, considerando l’abbattimento dei costi di produzione e di trasporto.
Interessanti le occasioni a 99€cent, sono presenti anche ottimi autori, anche se magari non con i titoli più famosi. La possibilità di trovare qualcosa di buono è alta, per un prezzo così basso ne vale la pena. Le occasioni gratuite riguardano solamente i classici e quelli in lingua italiana sono davvero pochi, una ventina, ma ci sono pezzi forti come “La Divina Commedia”, “Il Decamerone” e “Il Canzoniere”. Senza ignorare anche Pirandello, Machiavelli, Verga… Diciamo che la selezione è buona, peccato sia un po’ stringata.

L’eReader di Google

Screenshots
Screenshots

La fruizione dei libri è pensata principalmente per tablet, smartphone e browser web, in quest’ordine, e nella homepage del Play Store viene caldamente raccomandato il download dell’ applicazione “Books App” per entrare subito nella propria, nuova libreria virtuale. Ho testato l’app e devo dire che non è male, in linea con i lettori della stessa categoria.
E’ ricca di funzioni per agevolare la lettura, si può scegliere il tema per adattare le pagine alla luminosità ambientale, si possono modificare i caratteri, e le animazioni sono fluide e gradevoli. Visto l’obbligo di associare i libri acquistati con l’applicazione proprietaria di Google è un bene che sia valida.
E’ possibile anche scaricare i volumi in formato “epub” e “pdf”, ma solamente dalla versione web dello store. Io ho provato solamente con i classici gratuiti, non so ancora come funzioni con quelli a pagamento. Il mercato degli ebook sta crescendo in tutto il mondo, negli Stati Uniti le vendite di libri elettronici ha superato quelle dei più “nobili” cartacei e i motivi sono molteplici, prima fra tutti la comodità. Consiglio la prova di questa nuova forma di lettura a chi ha un tablet o comunque uno smartphone con un buon display per valutarne pregi e difetti.

Play Store Libri

Download Books App

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *