Ormai si parla sempre più spesso di intercettazioni ma in realtà poche persone sanno realmente come avviene un intercettazione legale. Prima di tutto è bene chiarire il concetto di intercettazione: per “intercettazione” si intende la captazione, mediante strumenti meccanici o elettronici, di una comunicazione o di una conversazione riservata, quando tale captazione avviene in modo clandestino (ossia di nascosto) da parte di un soggetto terzo rispetto agli interlocutori. Qundi non c’è intercettazione se uno degli interlocutori registra la chiamata perchè in questo caso è un semplice documento.

Da chi viene autorizzata un intercettazione?
le intercettazioni devono essere richieste dal PM e autorizzate dal giudice. Il giudice autorizza le intercettazioni solo in casi di gravi reati.

Tecnica standard di intercettazione
Le intercettazioni avvengono attraverso la rete GSM. Le comunicazioni GSM sono di tipo a circuito questo significa che quando uno chiama si stabilisce una connessione diretta tra i due interlocutori. Questo sistema è chiamato MSC – Mobile Switching Center – e ciascun operatore di rete GSM ne possiede di propri, disseminati sul territorio nazionale. L’MSC è un sistema determinante per le Intercettazioni GSM Standard. E’ infatti qui che fisicamente hanno inizio le intercettazioni dei numeri che sono oggetto di indagine. All’interno dell’MSC è presente il sistema RES ( Remote Control Equipment Subsystem) che è quello con con cui vengono fatte le copie digitali del numero posto sotto controllo e successivamente vengono inviate tramite VPN (Virtual Private Network) che è una linea protetta per consentire il trasferimento dei dati ai server della procura della repubblica. Questo prende il nome di linea res ed possibile visionare un documento del senato cliccando QUI. Nelle strutture (uffici, reparti funzionali, es. SAG – Servizio Autorità Giudiziaria per Telecom Italia) degli operatori di rete dedicate all’evasione delle richieste della Magistratura, vengono aggiornati manualmente gli elenchi dei numeri telefonici (e degli IMEI, dunque dei cellulari, per i casi in cui l’indagato utilizzi più SIM sullo stesso telefono) da intercettare. Questi elenchi vengono trasmessi per via telematica agli MSC, andando ad aggiornare a distanza gli elenchi corrispondenti di tutti i RES. All’inizio della creazione delle reti questo sistema di intercettazioni non era regolato dal governo. Per questo motivo in rete si trovano dei documenti che spiegano il metodo di intercettazione IMS.
Visualizza:
Metodo di intercettazione IMS (inglese)
Manuale intercettazione ericsson(inglese)

Questo è il meccanismo utilizzato dal magistrato per fare le indagini. Proteggersi dalle intercettazioni legali non è  impossibile e in questo articolo spieghiamo uno dei tanti metodi che è possibile utilizzare per “nascondersi”: Massima privacy con le Sim anonime.

Comments

  1. Ben venga se sono le forze dell’ordine ad adottare strumenti per lo spionaggio e ad effettuare intercettazioni telefoniche. Ma spesso queste operazioni vengono espletate da malintenzionati con l’unico scopo di sottrarre informazioni arrecando danni a chi viene spiato. Proteggere la nostra privacy è un diritto e un dovere per chi deve salvaguardare idee, progetti e persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *