Ciò che manca un po’, in alcuni telefoni Android, è la possibilità di accedere alle impostazioni tramite pochi passaggi. Certi produttori hanno creato interfacce ad hoc per ovviare a questo piccolo problema, ma non è una peculiarità così comune. Vediamo quindi come riuscire ad avere sotto mano tutte le impostazioni più utili per l’uso quotidiano.

Vi propongo un’applicazione, come al solito. Si chiama Quick Settings, è gratuitamente scaricabile dal Market e trovo sia un “must have” per i nostri telefoni. E’ molto leggera, e non persiste nel sistema una volta avviata (cosa che trovo intelligente) contrariamente a tante altre applicazioni del genere. Una volta installata e aperta ci troveremo di fronte ad una pagina in cui potremo vedere raccolte le più comuni funzioni: suoneria, controllo volume, Bluetooth, WiFi, GPS… c’è proprio tutto ciò che può facilitarci la vita. La lista è totalmente personalizzabile, esattamente come l’aspetto del programma. Basta premere il pulsante “menù” del telefono per veder apparire il popup di configurazione.

In “Personalizza” troviamo la lista completa delle impostazioni, divisa in due parti. Nella superiore avremo quelle visibili all’apertura di Quick Settings, nella parte inferiore, invece, ci saranno quelle estromesse dalla schermata di default e, quindi nascoste. E’ possibile far scivolare e ordinare tutte le voci come preferiamo.

Quick setting

In “Preferenze” ci sono molte altre opzioni utili. Possiamo decidere, per esempio, quale aspetto dare all’applicazione. Può aprirsi a schermo intero oppure come finestra di dialogo. Io ho preferito quest’ultima, mi sembra più elegante. Possiamo decidere se avere il feddback “aptico” (e qui c’è un piccolo errore di traduzione) oppure se avere la possibilità di accedere alle nostre impostazioni tramite la barra di stato, a cui possiamo aggiungere un icona o tenerla nascosta. Così facendo, per aprire l’applicazione ci basterà tirare giù la tendina delle notifiche e tappare sul relativo box. Più in basso c’è il menù per modificare la torcia, per decidere se utilizzare il flash o accendere di bianco lo schermo in caso di necessità.

Altre informazioni interessanti si ottengono dalla schermata principale. Nella barra in alto possiamo notare informazioni relative alla memoria occupata sul telefono o nella memory card, il tasto per accendere la torcia e lo stato della batteria. Io ormai uso Quick Settings da tanto tempo e mi trovo benissimo. Colma una lacuna non indifferente del sistema operativo di Google e la consiglio caldamente.

Download applicazione:
Vi lascio il link al Market: Quick Settings

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *