reset android

Si rende necessario il reset android dello smartphone o tablet quando questo diventa appesantito e inutilizzabile. L’utilizzo di applicazioni e l’allocazione dei dati nella ram non è più ottimizzato, come avviene nei modelli Android Marshmallow, Lollipop, Jelly Bean . Anche un malfunzionamento wifi, schermo o scheda memoria possono essere attribuiti ad un malfunzionamento dell’os. Il reset android può essere effettuato anche in condizioni di perfetto funzionamento dello smartphone, per esempio in occasione di una vendita su ebay o il recupero dei dati di accesso.

Come effettuare il reset android e hard reset

Resettando Android si cancellano in un colpo solo tutti i dati e tutte le impostazioni e i dati salvati. Si consiglia di fare un backup completo e la rimozione di eventuali schede di memoria. Prima di procedere ad operazioni più invasive è possibile fare un ripristino delle impostazioni di fabbrica e quindi reset android, la personalizzazione è limitata ma alcuni dati saranno parzialmente salvati. L’opzione più drastica è l’hard reset da effettuare accedendo alla recovery che opera al di fuori del sistema operativo. Se si utilizza una microsb o espansione di memoria è possibile applicare il reset android anche alle espansioni di memoria, ma non è un passaggio obbligato. Volendo preservare foto, musica, video e tutti i dati contenuti nell’espansione di memoria, consigliamo di separarli dal dispositivo ed effettuare un backup prima del reset android.

Come tutti gli interventi radicali che si effettuano sullo smatphone, non si escludono errori di sistema tali da renderlo inutilizzabile, fortunatamente questi sono eventi assai rari e, la valutazione dei vantaggi e svantaggi fa pendere tutto per il reset.

Ripristino android a impostazioni di fabbrica

Molto semplice da eseguire, basta andare su Menu –> Impostazioni (icona con l’ingranaggio) –> Backup e ripristino . Fatto questo si va su “Ripristino dati di fabbrica” poi “Ripristina telefono” e “Cancella tutto“.

Effettuato il reset android si riavvierà e verranno richieste tutte le informazioni proprio come se il telefono fosse stato appena acquistato, se si avesse scelto l’opzione per il backup è possibile fare il ripristino.
reset-android-hard-reset-ripristino-impostazioni-fabbrica-smartphone-ripristino-android

Hard reset android

Non sempre è possibile eseguire un ripristino per i più svariati motivi: smartphone bloccato, password dimenticata, sistema impallato. Per eseguire l’hard reset è necessario spegnere lo smartphone android e accedere alla recovery cioè il software che opera al di fuori del sistema operativo. Per accedervi è necessario premere in sequenza dei tasti e anche se differiscono leggermente tra i vari modelli, comprendono volume, accensione e menu.

reset-android-hard-reset-ripristino-impostazioni-fabbrica-smartphone-sequenza-tasti

Così come nell’immagine, la sequenza di tasti è Volume +, Power e Home contemporaneamente (oppure Volume – e Power) fino a che lo smartphone/tablet android non si riavvia. Se il tuo device è bloccato e non riesci a spegnerlo, prova a rimuoverne temporaneamente la batteria o cerca su Internet la combinazione di tasti per forzarne lo spegnimento, ricordandoti di specificare il modello per facilitare la ricerca.
Appena si avvia la schermata del recovery mode, selezionare Recovery e successivamente Wipe Data/Factory Reset muovendoti tra le opzioni con i tasti del volume.

wipe data factoryTerminata questa operazione si esegue il Reboot necessario per il riavvio del sistema e quindi per l’utilizzo.

recovery reset

Nonostante sia tutto molto semplice e chiaro, sconsigliamo di improvvisarsi tecnici e andare oltre le indicazioni riportate su questa guida. Nella maggior parte dei casi e se il problema fosse derivato dal software, il vostro smartphone android tornerà come nuovo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *