Nella ormai agguerritissima battaglia dei tablet si inserisce di prepotenza anche Amazon, il più grande store online degli stati Uniti (sbarcato da qualche mese anche nella versione .it).

La sua proposta si chiama Kindle Fire. Schermo da 7″, processore dual core da 1,2Ghz, spazio di archiviazione da 8Gb (con storage aggiuntivo fornito dal servizio cloud) e 512mb di Ram. Per contenere il prezzo, la casa produttrice ha scelto di non includere nella dotazione fotocamera, microfono e connessione 3G. Se per ciò che riguarda la fotocamera non ho battuto ciglio (in fondo è realmente necessaria su un tablet?) l’assenza del microfono mi ha un po’ sorpreso. Su un dispositivo che si mette in competizione anche con net/notebook avere la possibilità di sfruttare il VOIP poteva essere una buona risorsa. Non è escluso che con un paio di cuffie dotate di microfono non si riesca a sopperire alla lacuna, ma non è dato saperlo per il momento.

La funzione principale dei kindle Fire è quella di ebook reader, prodotto che Amazon immette sul commercio da anni e con grande successo, tuttavia è motorizzato da Android; una versione 2.3 modificata appositamente per questo dispositivo. L’interfaccia è completamente stravolta per dare risalto alla libreria virtuale. Comunque, sotto il cofano, il sistema operativo offre sempre la stessa user experience che si trova anche negli altri prodotti che lo adottano. Quindi via libera al Market e e a tutte le sue app. Esiste oltretutto uno store proprietario di Amazon preinstallato.

Nei giorni di preordine il Kindle ha realizzato numeri da record. Pare infatti che abbia già raggiunto i 254.000 pezzi. L’iPad di Apple tra preordine e “day one” ha fatto contare 300.000 dispositivi venduti. Il Kindle sarà lanciato sul mercato il 15 novembre, ha tutte le carte in regola per battere il record di vendite del tablet per eccellenza! Il prezzo? Questo è il suo punto forte: 199$! Per il momento si può acquistare solamente nello store americano. Io, personalmente, spero che venga reso disponibile anche negli altri paesi, sono molto interessato! La possibilità di ricorrere a sistemi di acquisto oltreoceano non è così remota comunque…

Sito di riferimento: Amazon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *