Dal 23 marzo 2010 è in vigore il decreto relativo all’applicazione
della tassa SIAE sui nuovi supporti, dopo i CD, DVD, e Nastri.

La tassa SIAE è stata istituita per recuperare i mancati introiti della circolazione di materiale con diritti d’autore. Oltre ad essere applicata su i supporti digitali, cd, dvd e nastri va a colpire anche le nuove apparecchiature tecnologiche.
Saranno colpiti computer, lettori mp3, chiavette USB, cellulari e hard disk esterni e viene calcolata in base alla capacità di contenimento dei dati da parte di questi supporti.

Il problema problema che questo decreto comporta sarà l’aumento dei supporti digitali. In pratica anche chi non ha mai scaricato un brano illegalmente pagherà per tutti.

Ecco le cifre del decreto

– Supporti Audio Analogici: 23 centesimi per ogni ora di registrazione musicale

– Supporti Audio Digitali (CD, DVD, ecc): 22 centesimi
per ogni ora di registrazione musicale

– CD-R: 15 centesimi ogni
700 Mb di capacità dati e 0.22 per ogni ora di registrazione
audio

– Supporto Video analogico: 0.29 centesimi ogni ora di
registrazione

– Supporto Video digitale: 0.29 centesimi ogni ora
di registrazione

– DVD riscrivibili: 41 centesimi ogni 4,1 GB

-Masterizzatori: 5% sul prezzo

Memorie (MicroSD e removibili ) tassa esclusa fino a 32 MB (come se oggi esistessero hard
disk da 32 Mb!!!)

0.05 euro a GB fino a 5 GB
0.03 euro oltre i 5 GB

Per il primo e secondo anno, l’importo massimo sarà di 3
euro e 5 euro per il terzo anno.

Chiavette Usb tassa
esclusa fina a 256 MB
0.10 euro a GB fino a 4 GB
0.09 euro oltre i 4 GB

Per il primo e secondo anno, l’importo massimo sarà di 7 euro a chiavetta e 9 euro per il terzo anno.

Memorie (Hard Disk esterno)
0.02 euro a GB fino a 400 GB (8 euro per i iprimi 400 GB)

0.01 euro oltre i 400 GB

Per il primo e secondo anno, l’importo massimo sarà di 12 euro e 20 euro per il terzo anno.

Un Hard disk classico da 1 TB (1024 GB) costerà quindi 12 euro di SIAE per arrivare in futuro anche a 20-25 euro.

Memorie (Hard Disk interno, quote fisse per Hard Disk)

Si considerano gli Hard Disk solo di Pc, Netbook e Notebook

3.22 euro fino a 1 GB
3.86 da 1 a 5 GB
4.51 da 5 a 10 GB
5.15 da 10 a 20 GB
6.44 da 20 a 40 GB
9.66 da 40 a 80 GB
12.88 da 80 a 120 GB
16.10 da 120 a 160 GB
22.54 da 160 a 250 GB
28.98 oltre i 250 GB
32.20 oltre i 400 GB con applicazione dal secondo anno

2.76 euro ogni 200 GB aggiuntivi sopra i 500 conapplicazione dal secondo anno.

In sintesi, per Notebook e Computer la tassa sarà di circa 30 euro e 2.40 euro aggiuntivi se contiene masterizzatore o 1.90 se non dispone di masterizzatore interno.

Lettori
Mp3 (quota fissa per lettore)

0.64 euro fino a 128 MB
2.21 da 128 a 512 Mb
3.22 da 512 MB a 1GB
5.15 da 1 a 5 GB
6.44 da 5 a 10 GB
7.73 da 10 a 15 GB
9.66 oltre 15 GB
12.88 oltre i 20 GB
2.76 euro ogni 10 GB aggiuntivi sopra i 20 GB con applicazione dal secondo anno

Cellulari e Smartphone

0.90 centesimi per dispositivo

Riteniamo che sia difficile non avere dubbi su questo decreto infatti pagherei le tasse anche per le mie fotografie pur non andando ad infrngere la legge sul copyright. Vediamo un esempio pratico:
Se volessi masterizzare le foto delle mie vacanze pagherei la tassa sul CD/DVD vergine ma anche la tassa sulla fotocamera e quella sulla scheda di memoria.
Vi sembra corretto?
Per approfondire l’argomento leggete l’articolo del sole24ore

Comments

  1. Infami bastardi della SIAE,da oggi in poi tutto ma proprio tutto scaricato illegalmente e inoltre non comprerò più un dispositivo elettronico in italia,ma mi rivolgerò ad altre nazioni.

    Comunque questi sono proprio dei ladri si meriterebbero una lezione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *